L’ALOE DI PADRE ROMANO ZAGO: Scopri i segreti di questa fantastica ricetta

Oggi vogliamo parlarvi di un preparato che ha cambiato la vita di molti: l’Aloe Arborescens, ricetta di Padre Romano Zago.

All’inizio degli anni ’90 Padre Romano Zago, un Frate brasiliano figlio di immigrati italiani, iniziò a divulgare l’utilizzo di una ricetta della medicina popolare del luogo come possibile cura per patologie degenerative di vario tipo.

La notizia si diffuse molto rapidamente in vari paesi, soprattutto in Italia, anche grazie al libro che pubblicò dal titolo volutamente provocatorio “Di cancro si può guarire”

Il libro parla della storia di questa ricetta che con il tempo divenne “La Ricetta di Padre Romano Zago”, e delle sue esperienze con le persone che la utilizzarono.

La particolarità di questa ricetta risiede in vari fattori:

  •  Viene preparata utilizzando Aloe Arborescens: questa pianta più o meno sconosciuta fino a quegli anni cresce rigogliosa nel Sud del Brasile dove è nato Padre Romano Zago, forma dei cespugli dal tronco legnoso che possono raggiungere i 4 metri di larghezza ed un paio in altezza, ha una foglia più piccola ed “asciutta” e cresce più lentamente dell’Aloe Vera, motivi per cui non ha stimolato gli interessi commerciali e la conseguente pubblicità di quest’ultima. In compenso è i principi attivi al suo interno sono fino a 3 volte più concentrati e la sua morfologia le permette di essere più resistente, motivo per cui viene ora coltivata in molti paesi che si affacciano sul Mediterraneo, come ad esempio in Sicilia e Sardegna, dove crescono anche le nostre piante di Aloe Arborescens biologica..
  • Si utilizza la foglia intera: le foglie delle piante di Aloe (ne esistono più di 300 specie!)  sono composte  da tre strati, il Gel che viene normalmente utilizzato per la Cosmetica ed i Succhi  (soprattutto di Aloe Vera) , la “Buccia” esterna ed un sottile strato che secerne un Liquido Arancione conosciuto soprattutto per le sue proprietà amaricanti (divestive) e lassative. La fondamentale differenza rispetto ad altre preparazioni è proprio la presenza di questa sostanza fra i cui componenti troviamo l’Aloe Emodina.
  • Si prepara e utilizza Fresca: alcune importanti sostanze decadono abbastanza rapidamente (ecco il motivo del consiglio di raccogliere le foglie lontano dalla luce diretta…)
  • L’Aloe viene miscelato con Miele: l’interpretazione più banale vuole che si utilizzi il miele per compensare il gusto amaro della foglia intera, in realtà esso ha un ruolo molto importante per la sua azione di potenziare i principi attivi della pianta
  • E’ presente una piccola quantità di Alcool: la sua presenza serve a rendere assimilabili alcune sostanze.

L’azione di questa Ricetta è definita “adattogena” cioè in grado favorire le capacità di adattamento dell’organismo, nei confronti di eventi stressanti sufficientemente prolungati da indebolire la capacità di reazione, ripristinando l’equilibrio fisiologico. L’azione benefica dell’Aloe Arborescens è dovuta in parte ai singoli componenti ma, soprattutto, all’azione sinergica delle sostanze presenti nella sua complessa composizione chimica che conta circa un centinaio di sostanze funzionali di elevato valore biologico e nutrizionale.

Se vuoi saperne di più sulle proprietà di questo preparato e di questa magnifica pianta leggi il nostro articolo sull’argomento: http://organic-wellness.com/aloe-arborescens-6-cose-che-non-sai-su-questa-pianta-speciale/

Se sei interessato a provare l’Aloe Arborescens Ricetta Padre Zago, prodotta nelle nostre coltivazioni biologiche in Sicilia e Sardegna e trasformata interamente in Italia la trovi qui: http://organic-wellness.com/prodotto/aloe-830g/

Aloe arborescens padre zago

Aloe arborescens ricetta di padre Zago



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Contattateci

Potete inviarci qui un messaggio, vi risponderemo quanto prima

Benvenuti a Organic Wellness ! Cosa possiamo fare per voi ?

Fate click su Enter per iniziare la chat